Incredibilmente genuino, sano e ricco di proprietà benefiche: è il brodo di ossa, un vero e proprio toccasana per il corpo.

Cosa rende unico il brodo d’ ossa? È un fantastico alleato in primis  per l’intestino, rinforza il sistema immunitario, aiuta a superare le intolleranze alimentari e migliora la salute delle articolazioni. Il brodo di ossa infatti contiene al suo interno collagene, una proteina presente nell’organismo e prodotta naturalmente dal corpo.

Se ne sente parlare spesso. Il suo utilizzo è molto diffuso in medicina estetica come “riempitivo”. Inoltre il collagene sostiene ossa, legamenti, muscoli e tendini e per questo, assumerlo in modo sano e naturale, appunto tramite una bella tazza di brodo di ossa, può essere di grande aiuto per il benessere del nostro fisico.

Sono in tanti a soffrire, anche se a loro insaputa, di Leaky gut syndrome ( anche nota come  sindrome dell’intestino gocciolante)  che può essere causata da allergie, malattie autoimmuni o intolleranze alimentari. La rottura del rivestimento intestinale consente ai batteri di riversarsi nel flusso sanguigno scatenando di conseguenza problemi legati ad esempio alla digestione. Grazie agli amminoacidi contenuti all’interno del brodo di ossa, viene favorita la crescita di probiotici sani e con il rispristino dell’intestino, anche il sistema immunitario migliora notevolmente.

Il brodo di ossa contiene anche calcio, zolfo, magnesio: tutti nutrienti facilmente assimilabili dall’ organismo. Tuttavia, non si tratta di una ricetta recente: anche in passato, molte culture, bollivano le parti restanti di un’animale (appunto ossa, midollo, legamenti) per ottenere un brodo saporito, ma allo stesso tempo nutriente. Con la cottura a fuoco dolce , vengono rilasciate tra l’altro, sostanze quali la glicina, la prolina, e il collagene.

Nella realizzazione brodo è importante utilizzare il più possibile ingredienti naturali.

 Può essere assaporato proprio come bevanda, dopo essere stato versato in una tazza o in una ciotola, ad inizio dei pasti oppure può essere utilizzato come base per zuppe o altri piatti a seconda delle abitudini.

Nella versione da me proposta, consiglio l’ ultilizzo di ossa e/o carne proveniente da allevamenti grass-fed ( animali allevati con alimentazione esclusiva ad erba). Io di solito trovo una qualità ottima presso

https://www.marcoelisastore.it/

Ingredienti per il brodo:

  • Ossa di animali grass-fed con midollo, nocche, cartilagini, parti di ossa di bovino o di agnello  2 kg (occorre chiedere articolazioni ricche di cartilagine come il ginocchio, ossobuco, midollo; può essere con carne intorno, ma non è necessaria la carne); le articolazioni si possono conservare per fare ulteriore brodo
  • 4 o piu’ litri di acqua
  • 2 cucchiaini di sale marino integrale
  • 2 cucchiai di aceto di mele possibilmente biologico e non pastorizzato
  • 1‐2 cipolle gialle medie
  • 2‐4 carote. N.B:  Evitare di aggiungere le verdure amidacee (patata, zucca…)
  • 3‐4 gambi di sedano
  • Alloro, Timo, rosmarino e salvia fresche
  • 1‐2 cucchiai e prezzemolo da aggiungere gli ultimi 10 minuti di cottura

Procedimento esecuzione brodo:

  • Lavare bene le ossa
  • Mettere le ossa e le articolazioni in una pentola capiente . L’ideale è la pentola elettrica a cottura lenta o slow-cooker o crock-pot
  •  che viene programmata e cucina da sola. In alternativa si può interrompere la cottura durante la notte e riprenderla di giorno
  • Aggiungere gli altri ingredienti (acqua, aceto e verdure)
  • Lasciare la pentola e il suo contenuto a riposare per 60 minuti , dando il tempo all’aceto di mele di estrarre i minerali dalle ossa
  • Portare ad ebollizione. Durante la cottura, assicurarsi che ci sia sempre abbastanza acqua e eventualmente aggiungerla
  • Ridurre il calore (la fiamma) al minimo  lentamente e lasciare cuocere per almeno  3- 4 ore e fino a un massimo di 72 ore. Una ottima via di mezzo è una cottura di 24-25 ore. Più lunga sarà la cottura, migliore sarà il risultato finale.
  • Aggiungere prezzemolo e sale durante gli ultimi 10 minuti di cottura
  • Togliere le grandi parti
  • Far raffreddare (occorrerà parecchio tempo). Occorre evitare di trasferire la pentola ancora calda in frigo
  • Filtrare il brodo con un colino e scartare il resto
  • Riporre in frigorifero e lasciare riposare almeno 12 ore fino a quando non si sarà formata una crosta in superficie sotto forma di gelatina (grasso). Il brodo si conserva in frigorifero per una settimana.
  • Rompere la crosta di gelatina e consumare il brodo direttamente oppure usarlo per preparare zuppe o condire pasta o secondi. La crosta di grasso può essere bevuta insieme al brodo oppure rotta e raccolta e messa in freezer per essere utilizzata all’ occorrenza, come grasso per cuocere o friggere. E’ possibile congelare sia la gelatina che il brodo in piccole porzioni, da utilizzare al bisogno.
Qui troverete approfondimenti sulla pentola a cottura lenta modello Crock pot